Diritto editoriale

Il diritto editoriale, branca del diritto d’autore, disciplina i rapporti fra l’autore di un’opera ed l’editore della stessa. Lo strumento principale attraverso cui le rispettive obbligazioni sono fissate è il contratto di edizione.

Tale contratto si qualifica come contratto nominato, in quanto non regolamentato compiutamente dall’ordinamento, ma citato in alcune norme che lo disciplinano per specifici aspetti. Le parti di questo accordo sono normalmente due, autore ed editore, e l’oggetto contrattuale prevede che l’autore conceda all’editore, dietro corrispettivo, il diritto di pubblicare e vendere una propria opera letteraria. Le norme che prevedono questo contratto sono contenute nella legge sul diritto d’autore, l. 633/1941, in un’ottica di regolamentazione degli atti di disposizione che l’autore può compiere sui diritti che vanta riguardo alla propria opera. Diverso dal contratto di edizione è ovviamente quello di distribuzione, che non prevede di norma rapporti diretti con l’autore ma è stipulato fra editori e società di distribuzione.


 
MILANO
Via Visconti Di Modrone, 2
Tel. +39 02 777351
Fax +39 02 77735333